Incontro con Bussotti

 Giovedì 16 maggio 2013  ore 16.00  –  Fondazione Valenzi – Maschio Angioino

Il progetto visionario di Bagnoli Presente : 1° Forum : il Neurone delle Arti

      INCONTRO CON SYLVANO BUSSOTTI

Un intero pomeriggio con Sylvano Bussotti per focalizzare, attraverso la presentazione della prima biografia autorizzata, gli snodi essenziali della sua vastissima produzione, la cui poliedricità spinge ad immaginarlo quale testimonial  ideale per lo sviluppo ideale del primo neurone della ‘Centrale Neurale C’, cuore concettuale del Masterplan “BAGNOLI  PRESENTE” di Massimo Fargnoli e Angelo Costa, che riguarda una possibile riconversione culturale e musicale dell’ex area siderurgica.

Raccogliendo la provocazione di un recente articolo del filosofo Ernesto Paolozzi  sulle utopie ‘concretamente operanti’, Massimo Fargnoli intende compiere una ricognizione sistematica delle Aree Tematiche previste nel progetto insieme a lui ed altre importanti figure di riferimento di tali aree. Sarà questo il primo di otto forum preliminari per l’approfondimento degli altrettanti neuroni del  “Secondo Reattore” che ingloba le 54  Knowledge Areas, che grazie anche alla collaborazione della Fondazione Valenzi,  avranno luogo nei prossimi mesi.

 ”Un manoscritto di Bussotti è già opera totale, indipendentemente da quello che dirà la musica

 Con questa espressione Roland Barthes si rivolge alla complessa e affascinante poetica di  Sylvano Bussotti, una delle figure più straordinariamente poliedriche della nostra contemporaneità, protagonista della serata in suo onore, condotta da  Massimo Fargnoli, in occasione della prima uscita ufficiale della sua biografia autorizzata, scritta da uno dei suoi allievi, Luigi Esposito  ed edita da Bietti di Milano.

E’ la prima biografia ufficiale di Sylvano Bussotti, musicista e compositore, interprete, pittore letterato, regista, scenografo, pianista, attore, costumista (i suoi particolarissimi costumi di scena sono apparsi anche sulla rivista Vogue) ma soprattutto artista a tutto tondo che ha segnato l’evoluzione culturale del secondo novecento, con opere divenute presto capisaldi della musica d’avanguardia. Compagno di strada di grandi artisti e musicisti come John Cage, Luciano Berio e Cathy Berberian, Carmelo Bene, egli ha inciso notevolmente sul linguaggio contemporaneo con la sua suggestiva scrittura pittografica e con un senso istintivo della performance, che coinvolge tutti i linguaggi nella messa in scena musicale.

Il 21 dicembre 2011 il Maestro Zubin Metha ha diretto  Gegenliebe   un suo brano per orchestra accanto alla nona Sinfonia di Beethoven nella memorabile inaugurazione del Nuovo Teatro di Firenze. E’ stato scritto in quell’occasione che il vitalismo e l’eros dell’opera di Bussotti sono un inno alla gioia che ancora oggi affascina migliaia di appassionati e le sue opere sono presenti nel repertorio dei grandi virtuosi e dei maggiori teatri del mondo.

Con una narrazione appassionata l’autore ricostruisce le vicende artistiche ed umane di Bussotti,  basandosi su una ricchissima documentazione e lasciandolo scaturire da oltre sessanta interviste a musicisti, artisti, familiari e amici  personali del maestro (Zanzotto, Petrassi, Bettinelli, Clementi, Chiari e tanti altri) oltre che dalla consultazione di documenti pubblici ed inediti, provenienti anche dal suo archivio personale. La pubblicazione è inoltre corredata da circa trenta foto inedite, da un saggio musicologico e dal catalogo completo delle opere, con l’indicazione delle prime esecuzioni, mentre la prefazione è firmata da Sandro Cappelletto.

Allievo e collaboratore di Bussotti Luigi Esposito, nato a Roma nel 1962, è compositore ed artista visivo. Ha pubblicato opere, partiture pittografiche, saggi critici, testi poetici e letterari, per il Teatro dell’Opera di Roma ed altre importanti istituzioni e case editrici. Sue opere sono state messe in scena in Italia, Europa, Stati Uniti e Giappone. Ha recentemente ricevuto una nomination per le musiche del film  ‘Dissent’ al Madrid International Film Festival, e suoi dipinti e lavori grafici sono esposti in gallerie e musei d’arte.

Al termine,  la presentazione della Mostra  Pittografica di  LUIGI ESPOSITO : ‘Il segno alato e gli abissi sonori’

L’incontro e la Mostra sono organizzati  nell’anno celebrativo dell’80° anniversario della fondazione dell’Accademia Musicale Napoletana, fondata da Alfredo Casella nel 1933, con il contributo di Cariparma Crédite Agricole, in collaborazione con la Fondazione Valenzi e la Steinway & Sons, attraverso la Ditta Alberto Napolitano di Piazza Carità.